ORATORIO DEI SANTI PIETRO E PAOLO tra Le Vie Dei Tesori di Palermo















Un umile cappella dell'infermeria dei sacerdoti un vero gioiello dell'arte in tardo Barocco siciliano, dal portale di Paolo Amato (Ciminna 1634 - Palermo 1714) ad ogni angolo del suo interno un susseguirsi di intarsi stucchi e rilievi di Giacomo Serpotta
(Palermo 1656 - Palermo 1732) agli affreschi della volta di Filippo Tancredi (Messina 1655 - Palermo 1722) riproducente l'incoronazione della Vergine, alcune opere di Vincenzo Messina fanno invece da cornice al celebre dipinto del cinquecento "La Pietà" attribuito a Marcello Venusti (Mazzo di Valtellina 1510 - Roma 1579) discepolo delle note di Raffaello e fortemente ispirato alla magnificenza di Michelangelo. L'Oratorio dei Santi Pietro e Paolo fu edificato a Palermo nel 1697 ad opera dell'architetto Paolo Amato, adiacente al Palazzo Arcivescovile e alla Cattedrale è parte itinerante del complesso architettonico nella vetrina Barocca del Cassaro (oggi corso Vittorio Emanuele). Il periodo si volge prepotentemente in un panorama di rinascita culturale dell'arte e dell'architettura, il Tardo Barocco siciliano aveva conquistato l'intera isola.
La Volta con l'affresco di
Filippo Tancredi
L'incoronazione della Vergine

Altare Maggiore
con il Cristo deposto
La Pietà attribuita al Venusti


Commenti

  1. ESTIC IMPRESSIONAT...
    Sempre hi ha alguna cosa nova per retornar a la illa.
    Salut i Bon Nadal

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili