CACCIAGIONE ALLA SICILIANA

La Sicilia è sempre stata molto ricca di selvaggina e nei secoli passati i nobili e gli aristocratici avevano un vero debole nel praticare la caccia per poi organizzare veri banchetti e dare sfogo al vanto e alla vanità. La cucina era spesso affidata a poveri contadini che con grande maestria sapevano creare eccellenti pietanze sfruttando le risorse che la terra offriva e in Sicilia le risorse non erano poche e tutte di ottima qualità. Questa ricetta è adatta per cucinare tutta la cacciagione di volatili oltre che lepri e conigli, i tempi di cottura variano per dimensione e tipologia
come nel caso della lepre, in questo caso tratteremo il coniglio.
Ingredienti:
1 coniglio (circa 1,2 kg.)
3 coste di sedano
1 cipolla media
1 spicchio d'aglio
1 ciuffo di prezzemolo
1 peperoncino
100 g. di olive bianche
50 g. di capperi
aceto di vino bianco (va molto bene anche quello balsamico)
zucchero 
sale 
400 g. di polpa di pomodoro
Procedimento:
Prendiamo il coniglio tagliato a pezzi  privato della testa e lo facciamo lessare in acqua già bollente per circa 20 minuti.
*Nel caso dei volatili sarà utile privarli della pelle.
Questo primo passaggio renderà la carne più magra oltrechè ad eliminare quello sgradevole odore di selvaggina. Adesso in una casseruola (l'ideale sarebbe di terracotta) con dell'olio d'oliva facciamo rosolare il sedano la cipolla, l'aglio e il peperoncino tritati finemente, adagiamo in questo soffritto i pezzi del coniglio e giriamo con un cucchiaio per lasciare insaporire la carne almeno 2  minuti, aggiungiamo un cucchiaio di zucchero e mezzo bicchiere di aceto (io ho usato aceto balsamico) quando riprende il bollore aggiungiamo i capperi e le olive, giriamo ancora qualche minuto e aggiungiamo la polpa di pomodoro e il prezzemolo tritato, salare a piacimento e lasciare cuocere a fiamma moderata con un coperchio per 40 minuti, se si asciuga il liquido si può aggiungere ancora un poco di aceto, alla fine dovrà risultare umido e morbido, trasferite il tutto in un plateau di portata, servite ben caldo e.....buon appetito.

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili