PARMIGIANA DI MELANZANE

Le quattro delizie del Mediterraneo in un unico piatto dal sapore tipicamente estivo. La differenza della nostra parmigiana rispetto a tutte le altre (altrettanto buone) è che si serve fredda, anzi di frigorifero!
Questo delizioso piatto è conteso da alcune regioni d'Italia che ne rivendicano l'appartenenza in particolar modo da Sicilia Campania ed Emilia Romagna, fatto sta che la storia colloca questa pietanza nel meridione d'Italia, in realtà  la Sicilia l'ha inserita tra i propri prodotti agroalimentari tradizionali ed è annoverata come un piatto della gastronomia siciliana. Ad ogni modo vi renderete subito conto della sostanziale differenza tra questa parmigiana e le altre nell'esposizione della ricetta. Provatela in questo modo e poi fatemi sapere.

Ingredienti per una pirofila da 6/8 porzioni:

10 melanzane nere (fresche e di stagione)
1 lt di salsa di pomodoro fresco
1 mazzetto di basilico
150 g. di pecorino siciliano /caciocavallo o canestrato = grattugiato
1 spicchio d'aglio

Procedimento:

Affettare le melanzane dallo spessore di circa 1 centimetro e posizionarle in uno scolapasta dove andremo a spargere del sale tra una fetta e l'altra e li lasciamo coperti da un panno per circa 30 minuti, dopodichè li sciacquiamo sotto l'acqua corrente per togliere ogni traccia di sale e li asciughiamo con un panno. In una padella con circa 300 ml di olio di semi (io di girasole) friggete tutte le fette e mettetele a scolare in una retina fino a quando si raffreddano. Nel frattempo prendiamo la nostra bottiglia di salsa di pomodoro (delle nostre conserve, in mancanza si può fare la salsa con il pomodoro fresco, circa 2 chili per 1 litro di salsa) in un tegame con un filo di olio d'oliva facciamo soffriggere 1 spicchio di aglio intero (che poi elimineremo) e 4/5 foglie di basilico, versiamo la salsa e lasciamo cuocere per circa 30 minuti. Adesso prendete la pirofila, mettete un mestolo di salsa nel fondo e posizionate uno strato di melanzane a "parmiciana" (antico nome di derivazione siciliana per indicare le listarelle della persiana in legno), quindi mettete sopra due mestoli di salsa coprite ogni fetta per bene, mettete delle foglie di basilico in ordine sparso, cospargete di pecorino siciliano, continuate con altri strati sempre allo stesso modo fino a completare la pirofila, terminate sopra ancora con salsa e foglie di basilico, ponete in frigorifero, servite ben fresche e.....buon appetito.



OkNotizie
 


Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.

Commenti

  1. Buonissimeeeeeeeeee!!!
    Bravo!!!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Carla, grazie...si sono proprio buonissime io ne vado matto...

      Elimina
  2. TI dirò, io le faccio così (col caciocavallo silano) ma poi le metto in forno per pochi minuti. Questa versione totalmente fredda non la conoscevo e la proverò di sicuro. Grazie! Ciao, buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Vedrai che non te ne pentirai, conviene farne sempre un po in più e la si può consumare un po alla volta...ciao buona giornata

    RispondiElimina
  4. Da noi queste si chiamano milinciani cunzati, invece la parmigiana è altra cosa: prevede la cottura, le fette di primo sale o caciocavallo fresco, a volte le uova sode a fettine e si serve a temperatura ambiente dopo almeno 6 ore di riposo.
    un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo questa differenza, per esempio nella zona di Palermo fatta come dici tu e con delle fette di prosciutto la chiamiamo sformato di melanzane...ciao Elisa

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

FLORA E FAUNA MARINA del MEDITERRANEO

TOTANI RIPIENI GRATINATI AL FORNO - (TORARI AMMUTTUNATI)

LINGUINE CON TOTANI e pomodorini Pachino

PASTA CON LE PATELLE

LACERTO DI VITELLO AL VINO BIANCO D'ALCAMO D.O.C.

Suggerimenti Utili